Riprendiamo l'argomento su “Come si diventa maghi” Alcuni asseriscono per eredità, per traumi subiti o perché c'è stata la “chiamata”. Per quanto mi riguarda, vi posso dire, che bisogna studiare molto per diventarlo. Il vero mago stregone sviluppa il “terso occhio” solo attraverso l'aiuto di un vero maestro, che gli insegna la magia studiando su antichi libri. Solo il maestro condurrà l'allievo a capire il tipo di magia che più gli si addice.


A volte leggo che si diventa maghi frequentando corsi di tre giorni. Balle! Per capire la magia ci vuole minimo un anno. Qui l'allievo verrà forgiato è allenato a capire le energie, ad usare la magia, e ci vuole tempo per sviluppare la veggenza, riconoscere le erbe e capire l' uso della candela e i differenti colori. Solo dopo molto tempo, si incominciano a chiamare le entità magiche e si capisce cosa dicono.


Ogni entità vuole il suo rito. Poi si incomincia ad usare la magia rossa, gli oli, le candele e le formule magiche. Alla fine si proverà ad essere posseduto da un'entità, perché il vero mago, talvolta, viene posseduto da entità e non demoni, per capire se un rituale funziona. Dopo un anno si fa l' iniziazione magica nel tempio sciamanico, dopo due anni si conferma l'iniziazione. Dopo cinque anni, di apprendistato magico, si diventa maghi.


Maestro Cagliostro